Oggi | 11 dicembre 2018 18:31

Montecatini, nuova gara per le terme Leopoldine

Dopo il flop della gara per affidare la gestione dello stabilimento termale Leopoldine di Montecatini Terme , è in arrivo un nuovo bando ricalibrato su due fronti per risultare appetibile agli operatori privati.

Ad annunciarlo è Ennio Rucco, assessore al Bilancio del Comune di Montecatini: «La gara sarà bandita tra poche settimane con nuove condizioni». In particolare, gli investimenti previsti per completare i lavori di ristrutturazione dello stabilimento (per realizzare la piscina termale secondo il progetto di Massimiliano Fuksas sono già stati spesi 9 milioni) salgono da 11 a 20 milioni, mentre la durata della concessione viene allugnata a 30 anni proprio per consentire l'ammortamento.

«Il problema del bando attuale per lo stabilimento Leopoldine era la sostenibilità economico-finanziaria – spiega Rucco – con gli aggiustamenti che introdurremo ci aspettiamo risposte positive».

L'obiettivo dell'Amministrazione comunale è proprio quello di ripartire dalle Leopoldine per ridare slancio al comparto: una volta completati i lavori e riaperto lo stabilimento-simbolo di Montecatini, la speranza è che anche gli altri stabilimenti (Tettuccio, Excelsior, Tamerici, Redi) trovino una nuova vita.