Oggi | 7 dicembre 2018 17:16

In stand by la Camera di commercio del Nord ovest

Tutto rimandato di qualche mese per la nuova Camera di commercio della Toscana Nord ovest, che dovrebbe nascere dall'accorpamento di quelle di Pisa, Lucca e Massa Carrara.

Nei giorni scorsi il Consiglio di Stato ha sospeso (su richiesta della Camera di commercio di Massa Carrara) la complessa procedura di costituzione del nuovo ente, in attesa della decisione del Tar Lazio prevista per il 30 gennaio 2019 sul rispetto della rappresentanza delle diverse basi associative. Il risultato è che resta «invariata la situazione attuale di autonomia dei tre enti».

Al Tar del Lazio si sono rivolte molte Camere di commercio in Italia (tra cui quella di Massa Carrara) preoccupate per la nuova governance dei nuovi enti.

Il commissario ad acta per la costituzione della Camera di commercio del Nord ovest, Cristina Martelli, finora ha ricevuto 61 istanze da parte di 27 associazioni di categoria del nuovo territorio di riferimento: 29.716 posizioni da controllare puntualmente, di cui quasi 2.000 da regolarizzare; 56 campionamenti per altre 1.500 posizioni su cui verificare dipendenti e quote associative.

Un lavoro «enorme, attento, faticoso» per verificare - rende nota Martelli - i quattro parametri (numero di imprese, numero dipendenti, relativo valore aggiunto e diritto annuale pagato) che determinano la rappresentanza delle associazioni di categoria del nuovo territorio per l'assegnazione dei 30 seggi del Consiglio della nuova Camera, che si aggiungono ai tre che vanno ai sindacati, ai consumatori e professionisti.