Oggi | 1 dicembre 2018 11:10

«Cento giorni per una Magona più forte»

Cento giorni per preparare il rilancio della Magona di Piombino, prima di ripartire coi prodotti esistenti e con nuove produzioni. Così Sanjeev Gupta (nella foto), presidente della holding Gfg Alliance che controlla Liberty Steel, la società che sta concludendo l'acquisizione dello stabilimento siderurgico da ArcelorMittal, in una intervista al Sole 24 Ore, nella quale ha annunciato che incontrerà il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: «Lo informeremo dei nostri piani», ha detto, spiegando che «cerchiamo sempre di sviluppare partnership produttive con i governi e i loro rappresentanti ovunque investiamo».

Gupta ha spiegato che a Piombino «continueremo con tutti i prodotti esistenti, compresi i prodotti in acciaio laminato a freddo, zincato e a rivestimento organico, ed esploreremo le opportunità di espandere la gamma. Abbiamo un piano quinquennale di investimenti, ma, come facciamo sempre, una volta conclusa l'operazione inizieremo una revisione di 100 giorni del business per comprenderlo e identificare le opportunità per renderlo più forte. Cercheremo di riavviare al più presto la linea di decapaggio e di integrare la fornitura di coils laminati a caldo da Galati in Romania. Studieremo anche la possibilità di riavviare galvanica e rivestimento organico. Puntiamo ad aumentare le capacità commerciali e di marketing, in modo da espandere la quota di mercato e conquistare nuovi clienti».