Oggi | 9 novembre 2018 18:14

Ups investe in un centro logistico a Prato

La multinazionale della logistica Ups dà il via alla costruzione di un centro logistico su un'area operativa di ottomila metri quadrati a Prato, tassello di un piano europeo di investimenti quinquennale da 2 miliardi di dollari, e conferma la fiducia nell'Italia.

Oggi, 9 novembre, si è svolta nella zona industriale del Macrolotto 2 la posa della prima pietra del nuovo centro di smistamento e consegna pacchi che aprirà entro la fine del 2019 e sostituirà l'attuale struttura di Calenzano (Firenze). Lo stabilimento, che sarà dotato di pannelli fotovoltaici e stazioni di ricarica per veicoli elettrici, riunirà in un'unica struttura i servizi delle divisioni pacchi e supply chain di Ups e gestirà consegne e ritiri nelle province di Arezzo, Firenze, Pistoia e Prato. Sarà in grado di gestire tremila pacchi all'ora e avrà posizioni di carico/scarico per oltre 110 "package cars" (i veicoli di consegna).

«L'anno scorso abbiamo aumentato i volumi dall'Italia di oltre il 15% e le imprese toscane sono una parte importante di questa crescita», ha detto Karl Haberkorn, country manager Ups Italia. «Il nostro investimento in questa struttura è la dimostrazione della fiducia che abbiamo nell'Italia - ha aggiunto Carl Sturgeon, president Ups West Europe -. In quanto settima economia esportatrice del mondo, l'Italia è, e continuerà ad
essere, una forza trainante che sta contribuendo a far crescere l'economia globale». Al momento Ups non ha annunciato nuove assunzioni per la futura sede.

Ups opera in Italia dal 1987. Oggi ha 21 strutture operative e serve cinque aeroporti (Ancona-Falconara, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Roma-Ciampino e Venezia) con 1.200 dipendenti.