Oggi | 8 novembre 2018 12:45

Regione, 5 milioni per gli arenili erosi dalle mareggiate

Un intervento finanziario straordinario, pari a 5 milioni di euro, per superare l'emergenza causata dal maltempo, soprattutto sulla costa, tra il 28 e il 30 ottobre scorsi, quando caddero fino a 240 millimetri di pioggia nelle 24 ore, soffiarono raffiche di vento fino a 155 chilometri orari alla Gorgona e fino a 170 a Follonica.

Il provvedimento urgente è stato approvato all'unanimità dal Consiglio regionale su proposta del presidente della Giunta, Enrico Rossi, che ha dichiarato (il 30 ottobre) lo stato di emergenza regionale e ora ha chiesto (il 5 novembre) al Governo il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale (appena negato per l'incendio sui Monti pisani) «per accelerare le procedure e intervenire entro primavera».

Il rischio è di non farcela: i cinque milioni stanziati, che sono destinati agli interventi di ripascimento degli arenili «almeno per garantire la stagione turistica alle stazioni balneari», potranno essere spesi subito solo se verrà dichiarato lo stato di emergenza nazionale.

«La dimensione di quanto accaduto e dei danni riportati - ha affermato Rossi - è paragonabile a quanto è successo in Emilia Romagna e Lombardia, non a quella drammatica del Veneto. Sarebbe una grave ingiustizia se alla Toscana non fosse riconosciuto lo stato di emergenza nazionale».