Oggi | 8 novembre 2018 19:58

«Ferragamo in transizione, ci sono segnali positivi»

Il terzo trimestre 2018 è stato un periodo di «transizione» per Salvatore Ferragamo, in cui si stanno «iniziando a vedere alcuni segnali positivi rispetto alla strategia che stima implementando». Così Micaela Le Divelec Lemmi, amministratore delegato della maison fiorentina, ha commentato i dati di bilancio resi noti oggi, che vedono un utile netto in netta flessione a 65 milioni di euro (-17,5%) per i primi nove mesi dell'anno.

Tuttavia proprio i risultati del terzo trimestre rivelano una crescita dei ricavi pari al +3,9% (+2,5% a cambi costanti), recupero che ha superato le attese degli analisti, che - stando a dati Bloomberg - si aspettavano una crescita del 2% a tassi di cambi costanti. I risultati della nuova strategia, secondo Le Divelec Lemmi, «si vedranno nei prossimi mesi» in modo più evidente.

Nei primi nove mesi dell'anno Salvatore Ferragamo ha realizzato ricavi per 972 milioni di euro (-3,3%, -1,6% a cambi costanti), anche se i ricavi del terzo trimestre sono cresciuti del 3,9% (+2,5% a cambi costanti). Il risultato operativo lordo è a 149 milioni di euro (-7,9%), il risultato operativo a 102 milioni (-11,4%).