Oggi | 7 novembre 2018 15:28

Arbi entra nel programma Elite di Borsa italiana



C'è anche la toscana Arbi tra le 23 nuove società italiane che entrano nel programma Elite di Borsa Italiana grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, attraverso Mediocredito italiano, struttura del gruppo dedicata alle Pmi, nel quadro della collaborazione con Confindustria.

Elite è la piattaforma internazionale del London Stock exchange group (di cui fa parte Borsa Italiana) dedicata alle aziende ad alto potenziale di crescita. L'obiettivo è quello di creare un ambiente dedicato che metta il cliente della banca al centro di un network di opportunità, di competenze e di valore. Le nuove società che entrano a far parte del network Elite sono rappresentative di diversi settori: dai beni di consumo alla tecnologia all'industria. Arbi, che ha sede in provincia di Pistoia, a Monsummano, produce surgelati di pesce e nel 2017 ha realizzato 52,1 milioni di ricavi con 2,2 milioni di utile finale.

Una storia di successo iniziata circa 60 anni fa con una ditta specializzata nella macellazione delle carni. Poi il salto nella lavorazione del pesce e il trasferimento, con la realizzazione negli anni '90 del grande stabilimento in via del Terzo (16.000 metri quadrati di superficie). Tra il 2014 e il 2015 il secondo ampliamento: nuova cella frigorifera per la conservazione di prodotti alimentari surgelati, nuova sala di lavorazione e l'area per il carico e scarico merci. Successivamente sono stati aperti il fast food "Pesce e pasta" e il negozio per la vendita diretta dei prodotti (Gelmarket srl). La sede conta su 30.000 metri quadrati e dà lavoro a una settantina di persone.

Teresio Testa, responsabile Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo e direttore
generale Mediocredito italiano ha dichiarato: «Con questa seconda selezione diamo continuità a un progetto importante e concreto di affiancamento per altre 23 aziende nel loro percorso di crescita, che portano a 53 il numero complessivo di quelle coinvolte in pochi mesi. Il gruppo Intesa Sanpaolo ha creato, potenziando le sinergie infragruppo, una struttura dedicata alle Pmi volta a individuare e realizzare operazioni di finanza strutturata e straordinaria per favorire la loro competitività sia interna che esterna. In questa direzione - aggiunge Testa - saremo in grado di gestire le esigenze più complesse delle 200.000 Pmi strutturate clienti del nostro gruppo per condurle verso il mercato dei capitali, l'internazionalizzazione e la crescita dimensionale anche attraverso percorsi di formazione mirati».