Oggi | 30 ottobre 2018 17:09

Bto, la nuova stagione punta al rilancio

Ritorno alle origini per Bto (Buy tourism online), la rassegna dedicata al turismo online "inventata" a Firenze dieci anni fa da Giancarlo Carniani che nel 2017 ha chiuso la propria esperienza. Ora si apre una nuova stagione, hanno spiegato Stefano Ciuoffo, assessore regionale al Turismo, e Claudio Bianchi, vicepresidente della Camera di commercio di Firenze - cioè i rappresentati dei due enti proprietari del marchio Bto - presentando la nuova squadra che organizzerà l'11esima edizione della rassegna, e precisando che «la Bto non è più sul mercato» (come era stato annunciato dalla Camera di commercio in novembre ). «L'anno scorso eravamo in cerca di una progettualità che in quel momento ci mancava - ha detto Bianchi - ma ora l'abbiamo trovata».

Il nuovo direttore scientifico della Bto è Francesco Tapinassi, dirigente del ministero dei Beni culturali e turismo ed ex dirigente al turismo della Provincia di Grosseto, che sarà a capo di un advisory bord di 45 persone. Gli organizzatori sono l'agenzia regionale Toscana Promozione turistica; l'azienda speciale della Camera di commercio di Firenze, Promofirenze; e la Fondazione Sistema toscana.

La prossima edizione della rassegna si terrà il 20 e 21 marzo (e la collocazione sarà sempre nel marzo di ogni anno, non più in autunno) alla Stazione Leopolda di Firenze, e non più alla Fortezza da Basso dove si era trasferita negli ultimi anni. «Vogliamo rifocalizzarci sulle tecnologie digitali - ha spiegato Tapinassi - per costruire un palinsesto sempre più vicino ai bisogni reali degli operatori. Sarà una Bto più smart, più 'intelligente', pronta ad adattarsi ai cambiamenti del mercato e la Stazione Leopolda, dove era nata, è la collocazione ideale».