Oggi | 9 ottobre 2018 12:28

Le tecnologie cartarie in mostra al Miac di Lucca

Le tecnologie made in Italy per produrre carta igienica, asciugatutto, tovaglioli e fazzoletti (il cosiddetto tissue) - sviluppate soprattutto dalle aziende del distretto cartario di Lucca - crescono, conquistano i mercati internazionali e puntano alla leadership mondiale.

E' forte di questa eccellenza che il polo fieristico di Lucca torna a ospitare - da domani 10 ottobre a venerdì 12 -la Mostra internazionale dell'industria cartaria (Miac), rassegna di Assocarta patrocinata da Confindustria Toscana Nord che presenta impianti e soluzioni d'avanguardia di 176 produttori di macchinari per la carta (tissue e cartone), cui si affiancano un centinaio di gruppi rappresentati (per un totale di 276 aziende presenti in fiera, di cui quasi il 35% provenienti dall'estero).

I visitatori attesi a questa 25esima edizione sono almeno 6mila, numero raggiunto l'anno scorso con arrivi da 52 Paesi.

La rassegna arriva in un momento delicato per il settore, "provato" dai forti aumenti del prezzo della cellulosa che impattano soprattutto sui margini di chi produce tissue da fibra vergine, mentre pesano poco o nulla su chi produce cartone da carta riciclata.

Il Miac sarà l'occasione per fare il punto anche sull'industria 4.0, sulle fonti energetiche per alimentare le cartiere, sulla difficile realizzazione degli impianti di smaltimento del pulper.