Oggi | 9 ottobre 2018 09:33

La nuova pista di Peretola spacca i sindacati

Il sindacato si spacca sul potenziamento dell'aeroporto di Firenze: la presa di posizione della Cgil Toscana, che ha espresso giudizio "non positivo" sulla nuova pista , ribadendo la centralità di Pisa, è stata criticata non solo dalla Cisl regionale, ma anche all'interno della stessa Cgil dove la Filt regionale, di Firenze e di Pisa hanno preso le distanze dal pronunciamento.

«Siamo estremamente preoccupati - si legge in una nota - dalla posizione che si è delineata all'interno della Cgil Toscana sul sistema aeroportuale regionale: avremmo voluto discutere di più e meglio sulle motivazioni che ci obbligano a discostare le valutazioni della Filt-Cgil Toscana su questo delicato tema, che vede coinvolto il futuro di tante lavoratrici e di tanti lavoratori. Come categoria dei trasporti non possiamo che essere favorevoli a progetti di sviluppo delle infrastrutture, in particolare se rafforzano come in questo caso le realtà dell'area fiorentina e di quella costiera, se questi progetti non collidono con le compatibilità ambientali, sociali ed economiche e se rappresentano utili volani per lo sviluppo dell'occupazione nella regione».

Ancora più dura la risposta della Cisl: «Vedo con rammarico che la Cgil si schiera con chi non vuole cambiare nulla in questa regione, condannandola alla marginalità e al collasso economico», ha dichiarato il segretario generale regionale Riccardo Cerza, mentre il segretario regionale della Fit-Cisl Stefano Boni chiede di «decidere lasciando perdere i campanilismi e le spinte territoriali. Bisogna decidere in fretta, sviluppando l'occupazione pregiata e nel contempo creando le condizioni per una reale collaborazione ed integrazione fra i due aeroporti».