Oggi | 5 ottobre 2018 09:10

La Regione chiede il tunnel Tav per i pendolari

«Abbiamo chiesto al ministro di aiutarci a far ripartire la realizzazione del sottoattraversamento di Firenze, che è necessario per liberare spazi a Santa Maria Novella, quindi anche per agevolare la gestione del trasporto regionale». Lo ha ribadito Vincenzo Ceccarelli, assessore alle Infrastrutture e ai trasporti della Regione Toscana, che ieri è tornato sul tema in occasione della consegna di un nuovo treno Jazz alla flotta regionale.

«Occorre che vegano fatti interventi infrastrutturali importanti - ha affermato - non soltanto a beneficio della Toscana, ma di tutto il Paese perché Firenze continua ad essere il collo di bottiglia nei servizi che collegano il nord ed il sud. Occorre che vengano ripresi il prima possibile i lavori per la stazione Foster ed il sottoattraversamento, occorre che vadano avanti i progetti per il raddoppio della Direttissima per consentire la separazione tra i traffici regionali e quelli dell'alta velocità, occorre anche che ad ogni cambio orario non vengano immessi altri treni ad alta velocità, perchè con questo aumento esponenziale di traffico aumentano anche le interferenze con il servizio regionale».

L'istanza di Ceccarelli a favore del traffico regionale trova il consenso dei vertici di Trenitalia, almeno nelle parole dell'amministratore delegato Orazio Iacono: «La priorità di Trenitalia sono i pendolari italiani», ha affermato, sottolineando che «consegneremo altri quattro 'Jazz' per poter rispettare gli impegni che abbiamo sottoscritto con il contratto 2015-2023 con la Regione Toscana, quindi onoreremo gli impegni e la stessa cosa la stiamo facendo in tutte le altre regioni. Lunedì eravamo in Calabria a consegnare le carrozze Intercity nuove per la linea Ionica con il ministro e con il nostro amministratore delegato di gruppo, e continueremo a farlo in tutte le altre regioni perché la nostra priorità è migliorare la qualità di vita dei pendolari che utilizzano i treni di Trenitalia».

Entro il 2018 sarà completata la fornitura di 20 dei nuovi convogli ferroviari regionali previsti dal contratto di servizio che lega Regione Toscana e Trenitalia. Oltre ai Jazz, dal 2015 ad oggi sono arrivati sulle linee regionali toscane a servizio dei pendolari 15 Swing e 4 Vivalto. L'ammodernamento della flotta, sostiene la Regione, «ha già portato vantaggi in termini di comfort, regolarità e sicurezza del viaggio: la customer satisfaction è cresciuta di circa il 10% tra il 2014 e il 2018, arrivando all'86,7%«.