Oggi | 4 ottobre 2018 16:21

Dalla Regione 301 milioni per lo sviluppo


E' di 301 milioni di euro la dote messa a disposizione dalla Regione per sostenere lo sviluppo dell'economia toscana. La somma, come spiega una nota del Governo toscano, scaturisce da tutti i bandi Por Fesr 2014-20 attivati fino a questo momento in favore di imprese e liberi professionisti, con vari tipi di strumenti: microcredito, prestito a tasso zero da restituire in 7 anni, contributo.

«Stiamo cercando di sostenere un tessuto produttivo - spiega l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo - composto per la maggior parte di piccole e piccolissime imprese». Dei 4.135 beneficiari della programmazione 2014/2020, solo 81 sono grandi imprese (altre hanno avuto il cofinanziamento Mise - Nuovo Pignone, Kedrion e Hitachi - nell'ambito di accordi di programma) mentre delle restanti, tutte Pmi, 1.858 sono micro imprese, 1.283 piccole e 545 hanno medie dimensioni. A questi vanno aggiunti 263 organismi di ricerca che hanno operato in partenariato, collaborazione effettiva, con le imprese.

«La ripartenza competitiva della Toscana passa dall'accompagnamento delle Pmi in un percorso di internazionalizzazione, come anche di ricerca o di innovazione, ma anche attraverso lo stimolo alla creazione di impresa in tutti i settori economici - aggiunge Ciuoffo -. Vorrei poi sottolineare il gradimento dei beneficiari dei bandi rispetto alla recente introduzione della procedura a sportello, novità che ha permesso di accelerare i tempi di risposta alle domande presentate e di rendere più rapida la conclusione dell'iter dell'istruttoria».