Oggi | 13 settembre 2018 16:50

Targetti riparte da innovazione e mercati esteri

La Targetti, storica azienda fiorentina di illuminazione architettonica, passata più volte di mano negli ultimi anni, cerca il rilancio tramite l'innovazione dei prodotti e la crescita sui mercati esteri. Nel dicembre scorso, l'azienda è passata sotto le insegne della 3F Filippi , società bolognese di illuminotecnica. «Questi primi nove mesi di nuova gestione - commenta il direttore Gianluca Cricchi - sono andati bene, abbiamo mantenuto la nostra identità, le nostre quote di mercato e prevediamo di chiudere l'anno con un fatturato in leggera crescita rispetto ai 50 milioni del 2017».

Uno dei punti forti dell'azienda (con 314 dipendenti di cui 124 all'estero) è la radicata presenza sui mercati internazionali (il 70% del fatturato viene dall'estero). «In particolare stiamo crescendo negli Stati Uniti e in Cina ed entro la prima metà del 2019 porteremo a termine due progetti per il rinnovamento dello showroom di Parigi e una nuova apertura a Shanghai».

Gli investimenti riguardano anche lo stabilimento italiano. «La sede principale resta quella storica in via Pratese a Firenze, dove abbiamo rinnovato gli uffici, ma entro la fine dell'anno completeremo uno spazio dedicato agli incontri con architetti e design e pensato per promuovere la cultura della luce».

Altra carta che la Targetti intende giocarsi per il rilancio è quella dell'innovazione tecnologica. Tra i jolly del suo mazzo c'è il Dynamic Beam Shaper, un sistema in grado di gestire in modo dinamico l'angolo di apertura del fascio luminoso, «un prodotto rivoluzionario che - aggiunge Cricchi - siamo i primi in Europa a commercializzare».