Oggi | 12 settembre 2018 19:30

Sei Toscana riassumerà 75 dipendenti

Si risolve con un programma condiviso di riassunzioni il braccio di ferro estivo tra la Cgil regionale e Sei Toscana, l'azienda dei rifiuti dell'Ato Toscana sud che ha mandato a casa i dipendenti con contratto a tempo determinato o di somministrazione.

Nell'incontro di oggi, gestore e sindacati hanno trovato un accordo che porterà all'assunzione a tempo indeterminato di 75 dipendenti entro gennaio 2019.

A inizio ottobre Sei Toscana assumerà 45 lavoratori a tempo indeterminato secondo l'ordine della graduatoria di un accordo sindacale del marzo scorso ed entro la fine del mese ci saranno altre 30 assunzioni a tempo determinato, con stabilizzazione dal 1 gennaio 2019. Inoltre il gestore valuterà subito altre 25 assunzioni e, in un secondo momento, prenderà in considerazione la chiamata di altri 50-60 addetti.

Il piano presentato prevede la riorganizzazione dei servizi e del personale operativo per ogni cantiere al fine di ottimizzare efficienza e funzionalità del servizio, e pone la necessità di avere al più presto da parte di Ato Toscana Sud l'approvazione del Piano di Ambito «così da uscire - afferma l'azienda - da una situazione che impedisce alla società un'organica e definita pianificazione delle risorse umane e tecnologiche», oltre alla soluzione in tempi brevi dei contenziosi in essere, «in primis quello relativo al ritardo di pagamento dei Comuni».