Oggi | 12 settembre 2018 16:17

Export toscano a +2,3% trainato dai farmaci

Accelera la marcia l'export toscano, anche se il ritmo resta al di sotto di quello medio italiano e, soprattutto, delle regioni più dinamiche del Paese.Nei primi sei mesi dell'anno le esportazioni dalla Toscana hanno segnato +2,3% sfiorando i 18 miliardi , secondo i dati appena resi noti dall'Istat (era +1,6% nel primo trimestre 2018 ). Sempre nel primo semestre l'Italia ha fatto +3,7%, con Lombardia +6,1% e Emilia-Romagna +5,9%.

A "tradire" la Toscana sono stati ancora una volta i Paesi extraeuropei: +6,7% le esportazioni regionali dirette nell'Unione europea, -1,3% quelle indirizzate nei Paesi extra-Ue nel primo semestre. Sul fronte geografico, l'exploit toscano più significativo è, ancora una volta, quello verso la Svizzera con l'export che cresce del 16,9% grazie soprattutto al ruolo di hub logistico svolto da quel Paese. La performance segnata in rosso è invece quella verso i Paesi Opec, con un -12,2% di export.

Sul fronte dei settori è la farmaceutica a proseguire la corsa: +47,6% l'export toscano del primo semestre. Bene anche la carta (+10,3%), i metalli di base (+11,3%) e gli apparecchi elettrici (+17,6%). Male invece gli autoveicoli (-18,4%), i prodotti petroliferi raffinati (-21,7%) e i macchinari (-16,9%).

Leggi anche: Export marmo, giù i lavorati su i grezzi (12/9/2018)