Oggi | 11 settembre 2018 19:48

I ricavi di Azimut Benetti a 850 milioni

Al 31 agosto 2018 si è chiuso un anno positivo per il gruppo nautico Azimut-Benetti che ha appena annunciato un importante cambio al vertice e oggi, in occasione del salone nautico di Cannes, ha voluto smentire le ipotesi di vendita o scorporo dei marchi.

Il cantiere viareggino ha registrato un valore della produzione a 850 milioni (+18% a cambi costanti rispetto all'anno precedente) e un ebitda adjusted pari a 50 milioni.

Se nel complesso i volumi di vendita risultano in crescita con 261 nuove unità, a brillare in modo particolare è il segmento tra i 24 e i 40 metri dove si contano 68 commesse. Risultati che premiano gli investimenti fatti dal cantiere: oltre 104 milioni nel triennio passato e altri 122 milioni in programma tra il 2019 e il 2021 (di cui 28 in capacità produttiva e i restanti 94 in rinnovo gamma).

I risultati e i progetti futuri sono stati illustrati oggi nel corso di una conferenza stampa indetta anche per chiarire le intenzioni del gruppo fondato e guidato da Paolo Vitelli. In particolare dopo l'uscita di scena di Vincenzo Poerio, storico amministratore delegato di Benetti, sostituito venerdì scorso da Franco Fusignani e le voci sull'intenzione di vendere il cantiere o separare le due anime del gruppo.

«Alla vigilia del nostro cinquantenario sono fiero dei nostri traguardi – dice Paolo Vitelli – e oggi più che mai considero la complementarità di Azimut Yachts e Benetti un asset irrinunciabile. Benetti, con un management rafforzato da professionisti di comprovata esperienza e capacità manageriali e tanti progetti unici in pipe line, confermerà la sua storica eccellenza. Al contempo Azimut continuerà a crescere e a consolidare il suo posizionamento, facendo sì che la gamma complessiva del gruppo continui ad essere la più ampia e completa al mondo».

Per Giovanna Vitelli (nella foto), vicepresidente di Azimut-Benetti «la stabilità che abbiamo raggiunto a livello di Gruppo è il presupposto per continuare in una crescita organica e progressiva.