«Dobbiamo investire su nautica e lusso» | Toscana24
Oggi | 6 agosto 2018 09:51

«Dobbiamo investire su nautica e lusso»

«Dobbiamo investire su nautica e lusso». Lo dice in un'intervista al Corriere Economia Leonardo Ferragamo (nella foto), presidente dei cantieri finlandesi Nautor's Swan (rilevati nel 1998) e nel board della Salvatore Ferragamo, il gruppo di famiglia.

La crisi economica mondiale ha contribuito a quella della nautica. Nel 2010 il gruppo Nautor ha chiuso con una perdita di 17,5 milioni. Un anno dopo è arrivata la svolta, grazie all'arrivo di Enrico Chieffi, prima amministratore delegato e ora vicepresidente che ha riorganizzato l'azienda, aprendo ai mercati asiatici (Giappone e Corea del Sud). L'azienda ha sviluppato il prodotto in tre linee (ClubSwan yacht, Swan yacht e Maxi Swan): «Da allora gli Swan - dice Ferragamo - sono associati a innovazione, eleganza e solidità». Nel 2017 il fatturato è arrivato a quota 75 milioni e in due anni e mezzo il cantiere ha già raggiunto la maggior parte dei risultati del piano 2015-2021.

Nel 1998, ricorda Ferragamo, «erano le maestranze a portare avanti il cantiere, erano molto capaci ma mancava una visione strategica».

Leonardo Ferragamo è anche presidente onorario di Altagamma, la fondazione che riunisce le imprese del lusso: «In Italia la nautica è una grande opportunità che spesso non viene capita fino in fondo. Abbiamo cantieri che si sono qualificati nel tempo e che sono i migliori al mondo, abbiamo una forte vocazione turistica e la forma delle nostre coste rappresenta una grande opportunità per il turismo nautico. Ma è necessario investire e creare le strutture adeguate non solo per l'estate ma anche per l'invernaggio. Il rischio è che altri Paesi ci scippino questa opportunità».