Oggi | 12 luglio 2018 14:09

AlpiPan passa a Bauli e raddoppia lo stabilimento


Il gruppo Bauli ha rilevato l'80% di AlpiPan, azienda di Altopascio (Lucca) specializzata in alimenti gluten free e aproteici, 45 dipendenti e circa 9 milioni di ricavi, per il 50% realizzati sui mercati internazionali.

A vendere sono stati Pierluigi Rumbo e Alberto Gori, che fondarono Alpipan nel 2004: manterrano il 20% del capitale e continueranno a guidare l'azienda lucchese, portando avanti il piano di sviluppo che prevede la realizzazione di un nuovo impianto produttivo, sempre ad Altopascio. Il gruppo veneto (marchi Bauli, Motta, Alemagna, Doria, Bistefani e Casalini) ha deciso d'investire sulla società toscana con l'obiettivo di rafforzare la propria offerta nel settore degli alimenti salutistici e dietetici, un segmento di mercato in forte espansione.

«Avevamo avviato da tempo i contatti con AlpiPan e finalmente possiamo annunciare di aver definito l'acquisizione dell'80% dell'azienda, leader nella produzione di alimenti dietetici e senza glutine: la decisione è strategica perchè vogliamo crescere e ampliare sempre più l'offerta nel mondo salutistico», ha dichiarato Michele Bauli, presidente del gruppo.

«Siamo molto soddisfatti per l'esito di questa operazione: l'ingresso del gruppo Bauli nella nostra società ci permetterà di essere ancora più competitivi e, allo stesso tempo, garantirà stabilità e continuità all'importante percorso intrapreso nel 2004», sottolinea Pierluigi Rumbo, amministratore delegato di AlpiPan.

Soddisfazione anche da parte del sindaco di Altopascio, sara D'Ambrosio: «Un nuovo investimento di sviluppo industriale e occupazionale per il nostro territorio, che ha voglia di crescere e di essere sempre più dinamico - dice -. A fronte di situazioni che ci creano preoccupazione, come quella legata al Mercatone Uno, arrivano anche buone notizie: un marchio gigante, come Bauli, scommette su Altopascio, e soprattutto su un'azienda importante del nostro comune, AlpiPan, e quindi su un settore, quello alimentare senza glutine, in forte espansione, per il quale Altopascio è impegnato in prima linea da tempo, con diverse realtà all'avanguardia».