Oggi | 9 luglio 2018 16:58

Mercatone Uno, Cosmo riduce gli esuberi

Dei 146 dipendenti occupati nei tre punti vendita toscani di Mercatone Uno che passeranno a Cosmo spa ne rimarranno al lavoro 82, con una riduzione degli esuberi rispetto all'intenzione originaria dell'azienda subentrante, e la previsione di riassorbire i 64 lavoratori licenziati in caso di aumento di produttività. Sono i numeri dell'accordo raggiunto fra i sindacati e la stessa Cosmo, che ha rilevato i negozi di Lucca, Altopascio e Colle Val D'Elsa, mentre i punti vendita di Calenzano e Navacchio vengono rilevati da Shernon Holding.

Il quadro è stato delineato in un incontro oggi a Firenze fra Regione Toscana e amministrazioni locali. «Sarà stilata una graduatoria - afferma la Uiltucs-Uil in una nota -che riguarderà tutte le lavoratrici ed i lavoratori, ad esclusione degli attuali responsabili di negozio, in base ai criteri dell'anzianità di servizio e dei carichi familiari; l'obbligo al ripescaggio durerà 12 mesi a far data dal trasferimento del singolo punto vendita».

A tutela dei lavoratori è stato introdotto anche il vincolo, in caso di affitto dei locali non utilizzati per nuove attività, di assumere per il 50% degli addetti i lavoratori ex Mercatone Uno. «E' stato sicuramente scongiurato lo scenario più drammatico che inizialmente si era prospettato», ha commentato Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd.

Leggi anche: Mercatone Uno, agitazione a Colle val D'Elsa (28/5/2018)