Oggi | 9 luglio 2018 15:52

Bernacchini nel comitato esecutivo di Slow Food


Massimo Bernacchini, cinquant'anni, di Orbetello, attivo nel mondo della cooperazione e della pesca, è entrato nel comitato esecutivo di Slow Food Italia (di cui è consigliere dal 2006), che ha riunito 650 delegati a Montecatini Terme per il IX congresso nazionale.

«L'esperienza maturata in Slow Food mi ha permesso di comprendere la centralità e il valore delle progettualità che nascono dal basso. Le comunità, in particolare quelle delle aree marginali, hanno in sé la forza per dimostrare quello che possiamo raggiungere lavorando tutti insieme. Con questa prospettiva mi accingo a questa nuova esperienza», ha commentato Bernacchini.

«Stiamo vivendo una fase storica della nostra associazione che segnerà la strada per un futuro straordinario, in Italia come nel mondo - ha aggiunto -. La dichiarazione di Chengdu, Cina ottobre 2017, con le mozioni approvate a sostegno della nostra nuova via, rappresentano una linfa vitale che ha rinnovato molti entusiasmi nei territori in cui Slow Food è presente e dove la sua attività è stata al centro di iniziative importanti. Ci impegniamo a far nostri i temi delle mozioni, dei documenti e dei contributi che sono stati depositati da diverse parti d'Italia durante il Congresso sui temi delle migrazioni, della giustizia, del cibo che consumiamo, del sostegno della rete dei giovani, dell'agricoltura sociale, della riqualificazione ambientale, della mobilità sostenibile così come della lotta a qualsiasi tipo di sfruttamento ambientale, umano e sociale nel sistema produttivo agricolo dei nostri territori», ha detto ancora.