Oggi | 4 luglio 2018 15:03

Obbligazioni Chl, un terzo della rata va in azioni

La quinta (e ultima) rata del prestito obbligazionario Chl 6,00% 2014-18 convertibile è stata convertita in azioni ordinarie Chl per poco più di un terzo, il 35,88% della rata in scadenza il 30 giugno scorso. Il numero di azioni ordinarie sottoscritte, secondo quanto rende noto l'azienda fiorentina, corrisponde a un aumento del capitale sociale di 556mila euro, con un accantonamento a riserva sovrapprezzo azioni di 324mila euro.

Chi non ha esercitato l'opzione della conversione in azioni sarà rimborsato in maniera integrale - unitamente al valore della cedola - con l'aumento di capitale deliberato il 7 giugno 2017, e recentemente prorogato fino al 31 dicembre 2018. Il gruppo ha chiuso il bilancio 2017 con una perdita di 2,317 milioni di euro (4,234 nel 2016), mentre i ricavi sono saliti a quota 20,9 milioni (4,1 milioni nel 2016 prima della fusione) per effetto della fusione con Terra.