Oggi | 18 maggio 2018 16:46

Il wedding tourism vale 141 milioni e cresce ancora

Il business dei matrimoni rappresenta ormai un segmento maturo per il turismo italiano e, soprattutto, toscano, visto che la regione si conferma la prima destinazione scelta dagli stranieri per i matrimoni internazionali: quasi uno su tre (il 31,8%) di quelli che si svolgono nel Belpaese avviene in Toscana. Al secondo posto si piazza la Lombardia col 16% degli eventi, al terzo la Campania col 14,7%.

I matrimoni "turistici" celebrati in Toscana nel 2016 sono stati 2.567 (+14% sull'anno precedente) e hanno generato 130mila arrivi e 500mila pernottamenti, per una spesa complessiva superiore a 141 milioni di euro (+15%). Gli inglesi restano gli sposi che più amano la Toscana, seguiti da americani e australiani. Nel 2017 il business ha continuato a crescere, anche se a ritmi inferiori rispetto agli ultimi anni; nel 2018 l'andamento previsto è +5%, con i mercati extraeuropei - Cina, Russia, America Latina - che crescono di più.

I nuovi numeri del wedding tourism sono stati presentati oggi, 18 maggio, dal Centro studi turistici (Cst) di Firenze in occasione del rinnovo della collaborazione tra l'agenzia regionale Toscana Promozione turistica e il Convention Bureau di Firenze diretta proprio a "spingere" la Toscana sul mercato del wedding internazionale. Il progetto, nato due anni fa, si chiama "Tuscany for wedding" ed è seguito da un team dedicato del Convention Bureau.

Le location preferite dagli sposi finora sono stati hotel di lusso, ville e ristoranti, ma sta aumentando l'interesse per borghi, tenute, palazzi e dimore storiche, così come sta affermandosi la destagionalizzazione del fenomeno (finora concentrato tra maggio e settembre).

La location che più di tutte testimonia l'interesse per i borghi e i palazzi storici è Certaldo, il comune della Valdelsa che conserva un centro storico medievale dominato dal Palazzo Pretorio: qui l'anno scorso si sono sposate 110 coppie, per l'80% straniere, facendone una delle destinazioni-wedding preferite in Toscana dopo Firenze e il Chianti. Ora il Comune di Certaldo ha chiamato a raccolta tutti gli operatori del territorio che lavorano nel campo dei matrimoni e ha realizzato un progetto di marketing territoriale chiamato "Certaldo wedding" per promuovere la destinazione (anche con un video) e fornire tutti i servizi di cui ha bisogno chi organizza un matrimonio.