Rossi: «Entro l'anno il Piano sull'economia circolare» | Toscana24
Oggi | 11 maggio 2018 20:00

Rossi: «Entro l'anno il Piano sull'economia circolare»

Il presidente della Regione, Enrico Rossi, promette di «spendere bene» tutti i 2,7 miliardi di fondi europei assegnati alla Toscana nella programmazione 2014-2020, così da farne «una leva all'innovazione, allo sviluppo e alle infrastrutture». Alcuni dei progetti finanziati sono stati presentati oggi, 11 maggio, in un incontro al Teatro della Compagnia di Firenze al quale ha partecipato anche la commissaria europea per la politica regionale Corina Cretu: si va dalla ricerca per smaltire i fanghi prodotti dalle aziende che riciclano la carta, all'unione tra dieci aziende vinicole di Montalcino per migliorare la qualità produttiva; dal finanziamento dell'Istituto di formazione post-diploma Mita di Scandicci (Firenze), che prepara le figure tecniche del settore moda, al restyling del Museo Pecci di arte contemporanea di Prato.

Rossi ha annuncaito che entro l'anno la Giunta da lui guidata presenterà al Consiglio regionale un Piano sull'economia circolare che individuerà i settori economici nei quali dovrà essere approfondita la ricerca, e che servirà da base per i bandi - e dunque l'assegnazione delle risorse europee - del nuovo settennato 2020-2027. «L'economia toscana dovrà andare nella direzione del riuso e del riciclo, in linea col nuovo regolamento europeo sull'economia circolare», ha detto Rossi affermando di voler affrontare, tra gli altri, il tema degli scarti di lavorazione del tessile-moda che resta irrisolto, esattamente come quello dello smaltimento dei fanghi di cartiera.

Da parte delle imprese, presenti in sala, è venuto il timore che i fondi europei siano destinati a dimagrire, e che i progetti dei prossimi anni possano essere a rischio.