«Nuove norme Ue sui dati personali, serve gradualità» | Toscana24
Oggi | 11 maggio 2018 16:05

«Nuove norme Ue sui dati personali, serve gradualità»

Confindustria chiede gradualità per l'attuazione (effettiva dal 25 maggio) del nuovo Regolamento veuropeo sui dati personali da parte delle imprese: in Toscana il monito è lanciato da Fabrizio Bernini (nella foto), presidente della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, e presidente del Digital Innovation Hub dell'associazione regionale.

«E' necessario che le aziende abbiano il tempo di adattarsi al nuovo Regolamento - ha affermato predisponendo le nuove procedure organizzative ed adeguando i propri sistemi informatici con un approccio pragmatico, volto a minimizzare l'impatto della nuova normativa e, allo stesso tempo, a cogliere le opportunità legate al miglioramento del livello di sicurezza dei sistemi aziendali entro la scadenza, ormai prossima».

Nei giorni scorsi Confindustria, insieme ad altre associazioni di categoria, ha inviato una lettera al Governo ed una al Garante per chiedere al primo che l'iter di attuazione della delega per l'adeguamento della disciplina nazionale sia portato a conclusione (il termine per l'approvazione scade il prossimo 21 maggio), e al secondo che ci sia un impegno formale da parte sua volta a improntare criteri di gradualità e buonsenso nell'applicazione delle sanzioni e dei controlli sull'attuazione dei nuovi adempimenti.

«Come Confindustria Toscana Sud - conclude Bernini - continuiamo attivamente a sensibilizzare al massimo i nostri imprenditori con iniziative e seminari organizzati nelle nostre tre sedi improntati all'informazione ed all'approfondimento di questo tema estremamente delicato». Il prossimo 17 maggio si terrà presso la sede di Arezzo un nuovo corso di formazione in merito alle ripercussioni del Regolamento sulle strutture aziendali, aperto a tutti gli interessati.