Oggi | 27 marzo 2018 11:55

Un nuovo modello di business per il fashion a Prato

Creare una piattaforma digitale che permetta di realizzare piccole serie di capi di abbigliamento: è la finalità del progetto Fdb_Bmodel, finanziato dall'Unione europea (bando Horizon 2020). Sono 12 i soggetti coinvolti come centri di ricerca e realtà industriali. A Prato è in corso (fino a oggi) la prima riunione operativa del progetto, all'interno dell'azienda Beste. Aziende e clienti potranno scegliere le caratteristiche (non solo estetiche ma anche tecniche) per realizzare abiti.

Secondo l'assessore regionale alle Attività produttive Stefano Ciuoffo «la condivisione delle competenze è fondamentale per lo sviluppo del settore moda, che da progetti come questo che si collocano all'interno di Industria 4.0 può trarre grande vantaggio. La scommesse della moda toscana è ambiziosa: unire creatività e artigianato con le tecnologie avanzate. E' in progetti come questo che si gioca il futuro del settore».

Tra gli obiettivi di Fdb_Bmodel la creazione di una piattaforma digitale per la distribuzione di piccole serie di prodotti di abbigliamento innovativo: questo nuovo modello di supply chain consentirà di passare attraverso il canale delle informazioni digitalizzate, dai materiali alle richieste dei consumatori, con lo scopo principale di organizzare la progettazione e la produzione in un ambiente big data. Verrà creato uno spazio virtuale "esteso" che consentirà di integrare più facilmente lo stile di vita dei consumatori nel processo di progettazione del prodotto.