Oggi | 16 febbraio 2018 08:31

«Tranvia a Firenze, costi in media per le linee 2 e 3»

«La linea 3 della tranvia a Firenze partirà il 30 giugno. Sulla linea 2 ci sono otto settimane di slittamento su 48 mesi, l'obiettivo è l'entrata in esercizio entro il 31 agosto». Lo dice il sindaco Dario Nardella (nella foto), intervistato da Repubblica, che sui costi precisa: «Le linee 2 e 3 insieme costeranno in proporzione meno della linea 1: per la 1 sono stati spesi 265 milioni per 7,4 chilometri, per 2 e 3 l'investimento è di 340 milioni per 12 chilometri totali, di cui un terzo finanziati da privati. Il resto sono fondi europei, statali e comunali. Chi dice 425 milioni comprende anche il costo dei tram, ma per i lavori il costo a passeggero della 1 è stato di 20,38 euro, quello delle 2 e 3 sarà 16,96 euro. E' del tutto falso che il costo a chilometro delle linee 2 e 3 è il triplo della media europea: non si possono paragonare opere complesse dal punto di vista urbanistico con un binario in mezzo a una campagna».

Sulla richiesta, da parte delle ditte, di avere 282 milioni in più Nardella commenta: «Quella è una richiesta unilaterale, non significa che i soldi sono dovuti. Anche noi abbiamo chiesto 30 milioni di penali. A proposito dei 282 milioni però voglio dire che gli uffici mi hanno informato che la stima di eventuali costi extra delle ditte, certificata dal direttore dei lavori da loro stesse nominato, è di 6 milioni. Deciderà l'arbitrato, noi abbiamo nominato Marcello Clarich, loro Maria Luisa Torchia, vedremo. Non ci sarà un euro più del dovuto per i cittadini. E non riaprirei una polemica con le ditte».

«Questa è una grande impresa - conclude il sindaco -. I valori immobiliari a Scandicci secondo Bankitalia sono aumentati del 20%. I vantaggi ripagheranno disagi che sono rimasti sostenibili, la città non è collassata. Sarebbe un bel gesto da parte del consorzio Tram regalare i primi giorni di tranvia ai fiorentini. Se anche Gest facesse la sua parte qualcosa potremmo fare anche noi».