Cantieri di Pisa, 150 giorni per cedere l'azienda | Toscana24
Oggi | 13 febbraio 2018 11:39

Cantieri di Pisa, 150 giorni per cedere l'azienda

E' fallita l'ipotesi di affitto di ramo d'azienda di Cantieri di Pisa, storica azienda della nautica da diporto (80 dipendenti tra Savona e Pisa), rilevata nel 2015 dal gruppo ligure Mondomarine e finita in crisi finanziaria. E' stato però raggiunto, scrive Il Tirreno, raggiunto un accordo secondo cui entro 150 giorni l'azienda dovrebbe cambiare proprietà e riprendere l'attività.

Tra i presenti all'incontro l'amministratore unico della società di gestione della Darsena pisana Giovandomenico Caridi e il commercialista Enzo Vannucci, esperto di nautica, in rappresentanza della Tquest Holding wll, gruppo internazionale che lo scorso dicembre si era fatto avanti per rilevare la società guidata dagli imprenditori Roberto Zambrini e dall'ex presidente di Mps Alessandro Falciai, dichiarata fallita dal Tribunale di Savona.

L'intesa prevede la presentazione di una nuova offerta d'acquisto e la pubblicazione da parte del Tribunale ligure di un bando di gara per l'assegnazione dello stabilimento nautico. Il percorso individuato per cercare di risollevare le sorti dei Cantieri prevede un tempo massimo di 150 giorni per la sua concretizzazione.

Resta irrisolto il nodo della cassa integrazione. I dipendenti, da oltre due mesi senza stipendio, sperano nell'attivazione della cassa integrazione straordinaria dopo la scadenza di quella ordinaria.

Leggi anche: Nautica, futuro in bilico per i Cantieri di Pisa (7/12/2017)