Carismi ''francese'' tiene una direzione a San Miniato | Toscana24
Oggi | 9 febbraio 2018 12:54

Carismi ''francese'' tiene una direzione a San Miniato


Direzione regionale a San Miniato, nessun esubero, e un'offerta per i piccoli azionisti: questi i punti salienti, in ottica Carismi, del progetto di fusione per incorporazione delle tre banche (con Cr Rimini e Cesena) in Credit Agricole Cariparma, approvato oggi dai consigli d'amministrazione, e sottoposto presto al voto delle assemblee straordinarie dei soci.

Verrà mantenuto, afferma l'istituto francese, «un solido rapporto con le Fondazioni azioniste delle 3 banche, al fine di poter sviluppare congiuntamente iniziative volte alla valorizzazione ed allo sviluppo delle comunità locali. In coerenza con i valori distintivi di Crédit Agricole verrà assicurato il legame con i territori di riferimento delle 3 banche, attraverso il mantenimento di una forte struttura direzionale a livello locale».

Sarà inoltre varata un'offerta pubblica di acquisto delle azioni detenute dai soci retail - in generale, gli azionisti diversi da fondazioni, banche, intermediari finanziari, compagnie di assicurazione e altri soggetti istituzionali. Per ciascuna azione posseduta e apportata alle offerte, gli azionisti retail delle 3 banche riceveranno un corrispettivo in denaro che valorizza le azioni al valore dell'ultimo aumento di capitale e che è pari a 0,445 euro per azione di Carismi, valore superiore al corrispettivo pagato da Credit Agricole Cariparma per l'acquisizione del controllo. Gli azionisti che aderiranno all'offerta, e rimarranno clienti attivi della Banca per i prossimi tre anni, parteciperanno alla ripartizione del 2,5% dell'utile del gruppo Crédit Agricole Italia del 2020.

Nell'arco del triennio 2018-20 Credit Agricole Cariparma prevede di erogare circa 3,3 miliardi di euro in nuovi finanziamenti nei territori dove le 3 banche sono radicate, e di effettuare investimenti sula rete commerciale potenzialmente quantificabili in oltre 100 milioni di euro.