Oggi | 8 febbraio 2018 10:17

Keesy, accordo con Booking.com sul self check in

Accordo tra Keesy, l'azienda fiorentina che ha lanciato il primo servizio di accoglienza automatizzato, e il sito di prenotazioni online Booking.com. Le strutture ricettive presenti su Booking potranno consentire agli ospiti le operazioni di check in e out h24: in caso di arrivo di un cliente in un orario in cui l'host non è disponibile, basterà andare in un Keesy point e – attraverso un sistema di riconoscimento automatizzato – sarà possibile ritirare le chiavi della struttura, custodite in appositi box di sicurezza, inviare i dati in questura, pagare il soggiorno e la city tax. La stessa operazione potrà essere effettuata in uscita per la riconsegna delle chiavi e delle procedure di check out.

Booking ha attivato anche una promozione: chi registra una nuova struttura entro il 20 febbraio nelle aree di Roma, Firenze e Milano (dove è attivo Keesy, che tra poco aprirà anche a Venezia) avrà in omaggio un pacchetto da 15 keesy check.

«Per Keesy la partnership con Booking.com - dice Patrizio Donnini (nella foto), fondatore della startup - è un modo per rendere il nostro servizio accessibile a più strutture extra-alberghiere. Il nostro scopo è quello di facilitare la vita degli host e dei guest, renderli liberi da vincoli di orari al momento del check in e dargli la possibilità di incontrarsi in un momento migliore: vogliamo creare una nuova idea di accoglienza. Con noi non ci sono barriere linguistiche, l'host è libero dalla gestione di tutta la parte burocratica e dalla consegna delle chiavi. Un soggiorno più leggero, in piena regola».

Leggi anche: Keesy vince la gara delle startup turistiche innovative (1/12/2017)

Leggi anche: La startup fiorentina Keesy sbarca a Roma e Milano (12/9/2017)

Leggi anche: Keesy, l'azienda che aiuta il rapporto tra guest e host (29/5/2017)