Oggi | 30 gennaio 2018 11:20

Gli amministratori promuovono il bonus verde

Confartamministratori promuove il bonus verde, inserito nella legge di Bilancio 2018, che prevede sgravi del 36% per chi realizza opere di ristrutturazione di giardini privati (compresi quelli condominiali) fino a un massimo di spesa di 5mila euro.

«Si tratta - spiega il presidente Alessandro Ferrari - di un prezioso incentivo a riqualificare gli spazi verdi, che spesso hanno bisogno di essere rinnovati: sono operazioni che hanno costi alti da sostenere e vengono spesso rinviate. Investire nel verde è invece importante perché contribuisce a rendere più vivibili le aree urbane, agendo anche contro l'inquinamento. Le risorse messe a disposizione non sono molte ma l'apertura a questo tipo di incentivo va incontro a una reale esigenza. E' necessario ricordare che l'importo della detrazione totale, per poter essere scaricato dalle tasse, deve essere ripartito in dieci quote annuali».

La misura (fino al 2022) potrà essere adottata in caso di ristrutturazione che prevedano la realizzazione di aree verdi al posto del cemento e si estende anche a terrazzi, impianti di irrigazione e giardini pensili.

Secondo il vice presidente nazionale Confassociazioni Franco Pagani «dal bonus verde al sisma bonus, le agevolazioni rappresentano una buona opportunità per qualificare il panorama immobiliare».

Leggi anche: «Bonus verde, risultato storico per il vivaismo» (17/10/2017)