Oggi | 13 dicembre 2017 10:55

Giovani a confronto con la pelletteria artigianale

Giovani creativi a confronto con il mondo della pelletteria artigianale del distretto di Scandicci. Si è concluso il progetto di alternanza scuola-lavoro Lux4g, che ha coinvolto i ragazzi dell'Istituto Russel-Newton di Scandicci e l'azienda di pelletteria Sapaf Atelier 1954, per realizzare la collezione Lux4g, una linea di borse e accessori artigianali.

Un esempio di alternanza scuola-lavoro, di tutela del made in Italy e dell'importanza delle nuove generazioni nel futuro del distretto fiorentino. L'evento è stato reso possibile grazie al ministero dell'Istruzione, alla Regione Toscana e al Comune di Scandicci

«L'esperienza delle professioni artigiane - dice il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli - in questo momento storico è un'ottima metafora di quanto sta accadendo alla nostra società: la ricerca di un equilibrio, di una propria via, tra tradizione e innovazione. Siamo nel mezzo di una nuova rivoluzione industriale, in cui la tecnologia ha un impatto che marca una discontinuità tale da rendere poco chiaro il percorso tanto delle nuove generazioni che si accingono ad entrare nel mondo del lavoro che di quelle che il lavoro lo conoscono bene. L'alternanza scuola lavoro riavvicina due mondi che negli ultimi anni non hanno dialogato in modo così efficace».  

Secondo il sindaco di Scandicci Sandro Fallani, nel settore della pelletteria, «è necessaria una profonda conoscenza dei materiali, dei processi produttivi, dei trend e la grande bellezza delle nostre aziende è che da un territorio piccolo guardano al mondo».

Per Andrea Calistri, maestro artigiano e titolare di Sapaf Atelier, «per l'azienda questo evento è l'occasione di offrire qualcosa al territorio, per i ragazzi è stata un'esperienza di vita vera. Il progetto è durato due anni in cui abbiamo pensato in piena libertà».