Oggi | 29 novembre 2017 14:49

Bto apre a Firenze (anche ai partner privati)

Decimo anno di svolta per Buy Tourism Online (Bto), manifestazione di riferimento in Italia del turismo online, che oggi e domani alla Fortezza da Basso di Firenze propone 160 incontri e convegni con i big del settore. La Camera di commercio di Firenze, comproprietaria del marchio insieme a Toscana Promozione Turistica (i due soggetti organizzano la fiera insieme a Fondazione Sistema Toscana), ha annunciato la volontà di metterla sul mercato.

«Visto che siamo arrivati a una fase di soddisfazione per contenuti, spazi, internazionalizzazione - ha spiegato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera fiorentina, in occasione della cerimonia d'apertura di stamani- il pubblico ha fatto il suo per quanto mi riguarda: a questo punto è bene che arrivino i privati, vengano pure in Camera di commercio se vorranno. Noi guarderemo di aprire questa iniziativa ai privati, perché è bene che vada verso il mercato».

Una prospettiva confermata da Giancarlo Carniani, direttore scientifico di Bto, e suo fondatore: «Vedo come auspicio quello che ha detto il presidente della Camera di commercio, secondo me è il momento. Può darsi non ci sia più io, ma io sono una parte della manifestazione, e ognuno ha il piacere che ciò che ha creato vada avanti negli anni, anche con un ricambio generazionale che nel campo dell'online è sicuramente importante».

La due giorni in Fortezza da Basso vedrà protagonisti i rappresentanti, fra gli altri, di Google, Facebook, Airbnb, Booking.com, Expedia, Accor, Best Western, Una Hotels, Travel Appeal, The Student Hotel, Costa Crociere, Tui Group e Klm. Ma a rubare la scena il primo giorno è Paolo Pepper (nella foto), il primo robot-concierge italiano, sviluppato da Jampaa in collaborazione con l'università Ca' Foscari di Venezia, che entrerà a breve in servizio presso un hotel a Peschiera del Garda, interagendo con i clienti grazie a processi di intelligenza artificiale.