Oggi | 1 giugno 2017 16:33

Terme, nessun interesse per Montecatini e Casciana

Nessun interessato alle Terme di Montecatini, né a quelle di Casciana. Secondo quanto risulta a Toscana24, il bando della regione per raccogliere le manifestazioni di interesse sulle due società partecipate si sarebbe chiuso (ieri, mercoledì 31 maggio) senza aver ricevuto offerte.

La Regione per adesso prende tempo, e rimanda la comunicazione ufficiale dell'esito del bando alla prossima settimana, confidando in qualche busta in arrivo (per la scadenza fa fede il timbro postale).

La Regione ha avviato il piano di razionalizzazione delle partecipate (come previsto dalla legge nazionale) il 27 aprile mettendo in vendita il 67,12% delle quote delle Terme di Montecatini e il 75,66% di quelle di Casciana. Per Chianciano invece, si prospetta la liquidazione della società.

Salta anche l'ipotesi di un'offerta formale che era stata avanzata dal Comune di Casciana . Nei giorni scorsi infatti, l'assessore regionale alle Partecipate, Vittorio Bugli, ha riferito in Consiglio regionale che la proposta informale presentata dal Comune di Casciana Terme Lari «non risponde a quanto richiesto nel bando di manifestazione di interesse per cui, sebbene non formalizzata, non potrebbe essere presa in considerazione ai fini del bando stesso».

La procedura fissata dalla Regione prevede che, in caso di offerte, si proceda con un'asta pubblica, ipotesi che potrà essere valutata anche nel caso in cui non vi siano manifestazioni di interesse.