Oggi | 26 gennaio 2017 09:36

Presentato il libro di Balestri ''Le ragioni del marmo''

«Siamo in una regione potenzialmente tra le prime per manifattura in Europa, di cui il marmo è un'appendice importante, ma dove c'è un contrasto tra chi spinge lo sviluppo e chi invece porta avanti una visione conservatrice. E' un paradosso, la Toscana deve scegliere una volta per tutte la via della crescita». Lo dice il direttore di Confindustria Firenze, Leonardo Bandinelli, durante la presentazione del libro a Firenze (nella Basilica di San Lorenzo) "Le ragioni del marmo", scritto da Andrea Balestri, già direttore dell'Associazione industriali di Massa Carrara e ex segretario di Pratofutura e del Club dei distretti industriali, autore di monografie sui distretti e sul sistema moda italiano.

Un volume sul marmo di Carrara, "oro bianco" per l'economia della toscana, raccontato in tutti i suoi aspetti (dalla storia all'economia).

«La Toscana - continua Bandinelli - è da sempre terra creativa. Il futuro del territorio e di Carrara in particolare è la capacità di essere cantiere aperto del nostro saper fare. Non ha senso vivere in un museo e non sfruttare le risorse disponibili, per stare nella contemporaneità e farlo in modo competitivo».

Il volume è un viaggio alla scoperta del materiale, alla base di alcune tra le più famose opere nella storia dell'arte: «Michelangelo è stato uno dei promotori del marmo di Carrara – commenta Balestri -. Questo libro racconta in modo positivo questa terra, sono le ragioni di un territorio che può essere competitivo a livello internazionale».