Oggi | 24 novembre 2016 14:50

Fondazione Cr Firenze contro l'abbandono scolastico

La Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze si impegna a contrastare la dispersione scolastica e il fenomeno dei giovani che non lavoro e non studiano. Un appello alla collaborazione è arrivato dalla prima edizione della Biennale della Scuola, ideata e realizzata dalla Fondazione, che si è svolta al Teatro Niccolini di Firenze in occasione del convegno europeo "Magnetica, la scuola che non disperde" a cui ha partecipato anche il sottosegretario alla Pubblica istruzione Gabriele Toccafondi.

In Toscana la percentuale dei giovani tra i 18 e 24 anni che ha lasciato la scuola prima di ottenere il diploma si aggira intorno al 13,8%, un dato leggermente migliore rispetto alla
media nazionale, ma ancora in difetto rispetto al contesto internazionale e all'obiettivo del 10% fissato dalla Strategia Europa 2020.

«Questa nuova iniziativa di ampio respiro – spiega il direttore generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze Gabriele Gori – si colloca nel nostro percorso, avviato dal 2014, di sostenere fortemente quei progetti per l'innovazione e l'aggiornamento della didattica e della formazione dei quali fa parte il programma triennale NoOut».

«Il tema preoccupa e interessa il Ministero, lo Stato e tutti noi – aggiunge il sottosegretario Toccafondi – e il nostro impegno è totale per contrastarlo con un modello di scuola che sia sempre più luogo di esperienze, di formazione, di educazione, di ingresso nel mondo del lavoro, come emerge anche dal convegno di oggi. Le cifre parlano da sole: l'abbandono nel nostro Paese nella fascia 18-24 anni è passato da 19,2% del 2004 all'attuale 17% ma resta sempre molto alto»