Oggi | 20 ottobre 2016 15:57

Firmato l'accordo di programma-bis per Livorno

E' arrivata oggi a Roma, al ministero dello Sviluppo economico, la firma del Progetto di riqualificazione e riconversione industriale (Prri) dell'area livornese che apre la strada al bando di Invitalia da 10 milioni. Il Prri rappresenta uno dei tasselli del più ampio Accordo di programma per l'area di crisi industriale complessa di Livorno (che interessa i Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano) firmato nel 2015 e per il quale Stato, Regioni ed enti locali hanno stanziato complessivamente circa 580 milioni.

Con la firma di oggi si avvia la fase operativa, quella della presentazione formale delle richieste da parte di coloro che, nei mesi scorsi, avevano manifestato interesse a partecipare al bando rispondendo ad una chiamata lanciata dalla Regione: sono arrivate 71 proposte progettuali presentate da piccole, medie e grandi imprese (di cui 64 investimenti produttivi e 7 programmi di ricerca e sviluppo, per un valore complessivo di circa 200 milioni di euro e una potenzialità stimata di impiego per circa 1.280 addetti).

Il via libera al Prri permette al Mise di fare partire il bando da 10 milioni, che sarà gestito da Invitalia, per l'attrazione di nuove imprese, per rilanciare le attività produttive e favorire l'occupazione nel territorio. Nella valutazione dei progetti, avranno un punteggio più alto quelli che creano occupazione e utilizzano lavoratori dell'area espulsi dai processi produttivi.

«Interveniamo in modo selettivo per favorire le aziende che investono – commenta da Roma il presidente della Regione Enrico Rossi - ciò che avevamo promesso ai lavoratori riuniti in piazza nel momento della crisi, lo stiamo mantenendo: le iniziative per il rilancio dell'intera area sono in essere e le porteremo tutte a compimento».

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, aggiunge di essere «molto contento sia dei progetti che del metodo seguito. Le Regioni sono un pezzo fondamentale delle politiche industriali del Paese. La Toscana questo l'ha capito e stiamo lavorando bene con lei».

Leggi anche:Arriva l'accordo di programma-bis su Livorno (12/10/2016)