L'Isola d'Elba tenta la ''rivoluzione verde'' | Toscana24
Oggi | 12 maggio 2016 15:36

L'Isola d'Elba tenta la ''rivoluzione verde''

Gli albergatori dell'Isola d'Elba mettono a disposizione mezzi elettrici per i turisti. Il progetto, che si chiama "I feel Greeen" (con tre e), è stato presentato questa mattina dal raggruppamento "Greeen Team", formato da Consorzio energia libera Livorno (promosso da Confindustria Livorno), Energia corrente, Rivolt e AlbaLeasing.

L'iniziativa, che si inserisce nel piano "Elba verso un'isola a zero emissione", vuole offrire ai turisti dell'isola la possibilità di spostarsi su mezzi elettrici messi a disposizione dalle strutture di accoglienza. Per questo motivo, il progetto del Greeen Team nasce in collaborazione con l'Associazione albergatori dell'Isola d'Elba e in particolare con il sostegno dei 23 eco-alberghi dell'Isola.

Il presidente degli albergatori, Massimo De Ferrari, spiega che l'idea nasce «per fare in modo che all'Elba le aziende si dotino di biciclette, motorini e auto elettriche con relative colonnine di ricarica per offrire ai clienti una mobilità ecosostenibile».

Si tratta di un'iniziativa che punta alla tutela ambientale e che richiede un investimento da parte delle strutture: gli alberghi o i campeggi interessati potranno sottoscrivere un contratto di leasing con le aziende del Greeen Team, per acquistare pagando a rate i mezzi elettrici da proporre (gratuitamente o a pagamento) agli ospiti.

Di pari passo, spiega ancora De Ferrari, «i Comuni si sono impegnati a istituire delle zone riservate per dare un piccolo vantaggio a coloro che usano i mezzi elettrici, come un parcheggio vicino al centro o altre agevolazioni per incentivarne l'utilizzo».

Le prime strutture d'ospitalità che aderiranno all'iniziativa (il presidente ne stima 20-25) metteranno a disposizione i mezzi elettrici già a partire dall'estate 2016: «Entro quest'anno avremo bici e macchine elettriche, i Comuni arriveranno dopo, ma l'importante è che passi il messaggio che l'Elba vuole essere un'isola ecologica».

«Siamo consapevoli che il mondo debba cambiare e abbiamo l'opportunità di essere parte di questa 'rivoluzione verde', che modificherà i nostri comportamenti quotidiani», commenta Marco Mantovani, patron dell'azienda elbana di orologi Locman e vice presidente di Confindustria Livorno. «E' nostro dovere rispettare la magnifica natura dell'Isola d'Elba - aggiunge - da cui discendiamo e a cui dobbiamo la nostra ricchezza».