Oggi | 4 marzo 2016 07:14

«Ratp, i passeggeri al primo posto»

«I passeggeri al primo posto», dichiara Bruno Lombardi, amministratore delegato di Ratp Italia Dev, il ramo italiano del colosso francese, e presidente di Autolinee Toscane (proprietà Ratp, la società che guiderà tutti i bus e i pullman toscani.

«Rendere i passeggeri soddisfatti – continua Lombardi, intervistato da Repubblica Firenze – e farli affezionare fa la differenza tra l'essere un'azienda che prospera piuttosto che un'azienda che perde.  e solo se il viaggiatore è contento salirà sul bus piuttosto che sull'auto. Vogliamo fare riscoprire ai toscani il piacere di viaggiare con i mezzi pubblici, inoltre i passeggeri devono sapere quando troveranno il bus alla fermata, quanto ci metteranno per arrivare a destinazione».

«Per preferire il trasporto pubblico all'auto – continua – si deve trovare un bus di qualità. Siccome su 2.800 ne rinnoveremo 2.100, sui bus nuovi ci sarà ogni comfort, non si guasteranno e dunque non ritarderanno, ci saranno riscaldamento e impianti di condizionamento. Investiremo 563 milioni, 93 per acquistare i bus esistenti, 119 per acquistare depositi, uffici, officine, oltre 300 per i nuovi bus da portare dei 12 anni di età media attuale al livello europeo di 6, 50 milioni di tecnologie per l'informazione e migliorie del servizio. E faremo risparmiare, rispetto a quanto proposto dai concorrenti, otto milioni l'anno alla Regione per lo stesso servizio».

Sul traffico Lombardi dice: «Il traffico se lo si studia è prevedibile. Ma l'imprevedibile può accadere. Per affrontarlo, noi utilizziamo un raffinato sistema informatico, Avm, che permette di avere informazioni in tempo reale e di mandare immediatamente un altro bus a sostituire quello fermo o in ritardo. Informeremo immediatamente di eventuali improvvisi problemi i viaggiatori che sono sui bus o alle fermate».

Sul costo del biglietto, Lombardi precisa: «Lo ha stabilito la Regione. Resta com'è per due anni. Dopo di che quello urbano sale a 1,50. L'extraurbano diventa a fasce chilometriche dopo un anno di servizio».

Leggi anche: Il ricorso di Mobit contro Ratp per la gara sui bus (3/3/2016)

Leggi anche: Dal 2017 Ratp sale sui bus della Toscana (22/2/2016)

Leggi anche: Via alle verifiche regionali su Autolinee Toscane (24/11/2015)

Leggi anche: Gara bus regionali, vince (con riserva) Ratp (14/10/2015)