Oggi | 26 gennaio 2016 16:54

A Firenze Airbnb pagherà la tassa di soggiorno

E' in arrivo la tassa di soggiorno per gli Airbnb di Firenze. Grazie all''intesa firmata oggi tra il sindaco Dario Nardella e la piattaforma turistica, la tassa sarà riscossa direttamente dall'organizzazione di Airbnb da coloro che mettono le abitazioni in affitto sul sito. Gli Airbnb sono equiparati ad alberghi a 2 stelle, con un contributo di 2,5 euro a persona.

A comunicare l'intesa raggiunta è stato il sindaco Dario Nardella nel corso di una conferenza stampa tenuta insieme all'assessore alle Attività produttive, Giovanni Bettarini, e al responsabile Italia di Airbnb Matteo Stifanelli.

Il sito, spiega Nardella, «ha censito circa 7.500 operatori attivi sul territorio del Comune. Stando così le cose, dalla riscossione della tassa di soggiorno applicata a questi soggetti potremmo trarre almeno 10 milioni di euro».

«Airbnb - precisa Bettarini - si impegna a fare da collettore dell'imposta, e ne gestirà direttamente la riscossione non appena si definiranno alcuni aspetti della normativa regionale. Siamo i primi in Italia a farlo prevedendo nell'accordo il 'collect and remit', che avviene per ora solo in alcune grandi città come Parigi, San Francisco e Amsterdam».

Airbnb, da parte sua, si impegna a lavorare insieme al Comune di Firenze per attivare un «processo semplice di riscossione automatica delle tasse turistiche per conto della community e ad informare gli host della tassazione vigente. Attraverso la piattaforma Airbnb saranno inoltre fornite informazioni ai visitatori su come essere 'buoni ospiti' di Firenze. Il Comune di Firenze - dice Stifanelli - ha dimostrato di comprendere appieno il valore della sharing economy e l'unicità dell'esperienza offerta dagli host locali, è per questo che l'accordo di oggi per semplificare e rendere più trasparente la tassa di soggiorno è stato per noi un passo naturale. Ma soltanto l'inizio di una collaborazione che ci vedrà presto impegnati a sostegno della città anche su temi fondamentali come la decentralizzazione e la promozione di un turismo sostenibile».

Leggi anche: A Firenze quattro milioni in più dai turisti (6/1/2016)

Leggi anche: «Il mondo di Airbnb vuole emergere e vuole regole» (4/1/2016)