Oggi | 2 dicembre 2015 11:57

A Pisa un progetto per aumentare la velocità del web

Un progetto europeo per aumentare la velocità e la capacità di connessione tra i server del web, sfruttando la fotonica e aumentando la densità della banda: sarà più facile e immediato comunicare in un mondo, quello di Internet, che sta crescendo sempre di più e il cui traffico dati, secondo i ricercatori, aumenterà entro il 2020 in maniera esponenziale.

Denominato "Teraboard", il progetto è realizzato col supporto della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (Centro per le tecnologie fotoniche), rientra nel programma Horizon 2020. Il lavoro ha un budget di 4,2 milioni, destinato a aziende italiane e europee, come il Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit) in qualità di coordinatore e, come partner, aziende e istituti leader quali Ericsson Telecomunicazioni, StMicroelectronics, Imec (Belgio), Alcatel-Lucent Italia, iMinds (Belgio), Consiglio nazionale delle ricerche, Universitat Politecnica de Valencia (Spagna), European photonics industry consortium (Francia).

«Il progetto europeo "Teraboard" – commenta il direttore dell'area advanced photonic integrated tecnologies del Cnit Marco Romagnoli – punta a aumentare la capacità e la velocità di comunicazione tra server nei data center, mediante sistemi di trasmissione fotonica realizzati in dimensioni inferiori al millimetri quadrato e con consumi ridottissimi, ovvero dieci volte inferiori agli attuali. Questa nuova classe di dispositivi fotonici sarà sviluppata e utilizzata dalle maggiori aziende nel settore delle telecomunicazioni e della microelettronica, contribuendo così all'ulteriore crescita di aziende europee».